mercoledì 4 luglio 2012

Guest Post - Come fare una tintura, i passaggi da rispettare



Le esigenze delle donne cambiano: con i ritmi forsennati che siamo costretti a tenere, o anche solo per risparmiare un po’ sul parrucchiere, sempre più sono coloro che scelgono di comprare i prodotti per capelli per conto loro e di fare la tintura direttamente in casa. Ma il fai da te non deve essere qualcosa di improvvisato: c’è comunque bisogno di rispettare precisi passaggi per evitare di commettere errori. Ecco alcuni consigli.

Semplici meches
Sono perfette se vuoi ravvivare un po’ il colore senza appesantirlo. Ottieni un risultato molto naturale rispettando questi semplici consigli.
Prepara i capelli vaporizzando un po’ d’acqua per inumidirli. Poi sistemali come li porti di solito per fare in modo che i colpi di sole siano poi visibili una volta che fai la piega.
Indossa i guanti, prepara la miscela secondo le indicazioni e applicala a partire da un centimetro dalla radice fino alle punte.
Rispetta il tempo di posa e procedi sciacquando il tutto con un shampoo e un balsamo idratante.

Tintura classica
La colorazione completa sui capelli è l’ideale se vuoi cambiare colore di capelli o se il tuo obiettivo è quello di coprire magari qualche capello bianco. Per fare in modo che la tintura riesca bene eseguila con i capelli non perfettamente puliti, elimina i nodi e procedi così.
Metti i guanti, prepara il prodotto e stendilo con l’apposito applicatore partendo dalle radici fino alle punte. Puoi anche passare le dita sopra per far aderire meglio il prodotto.
Assicurati di non far arrivare la tintura sulla cute: per questo motivo è meglio stare un po’ lontana dalle radici qualche millimetro. Procedi selezionando piccole ciocche alla volta, come hai visto fare al tuo parrucchiere.
Massaggia qualche secondo la tintura per fare in modo che il prodotto penetri al meglio e attendi il tempo di posa riportato sulla confezione.
Lava i capelli con uno shampoo e passa successivamente anche il balsamo per fare in modo di reintegrare l’idratazione persa durante il trattamento.

Precauzioni d’uso importanti
Esistono diversi tipi di prodotti in commercio: ogni volta che ti trovi davanti a uno diverso è sempre bene testarlo. Basta comporre un po’ della miscela che utilizzerai sui capelli e provarla sul lato interno del gomito: se quasi subito rossori, bruciori o cambiamenti della pelle, allora è meglio evitare di usare la tintura. Se invece dopo 2 ore circa non si sono verificate reazioni di nessun tipo allora puoi andare sicura.


Questo post è il risultato della nuova collaborazione tra il mio Blog e Maria Carmela Trovato, autrice del testo che avete letto.

3 commenti:

  1. Bel post molto utile! Io credo di essere tra le poche che preferiscono il colore che si fanno da sole rispetto quello della parucchiera!! ahah purtroppo è così...anche se dato che ho i capelli di media lunghezza (e anche se li ho lunghi vado dalla parrucchiera prima di tingerli per averli più corti in vista di disastri con il colore) il casino è quasi assicurato anche se mi faccio aiutare da mami perchè sinceramente per me è un incubo..l'ultima volta volevo fermarmi con metà radici colorate e il resto nulla!! ero troppo stanca...ogni volta parto con tutti i buoni propositi del mondo e poi fallisco miseramente! Per fortuna nonostante ciò come ho detto per il momento non ho ancora trovato una parucchiera che mi abbia fatto rimpiangere il fai da te! Ah per me non toccare la cute è praticamente impossibile dubito ci riuscirò mai!

    RispondiElimina
  2. ottimi consigli...grazie ^_^

    RispondiElimina
  3. Non ho mai provato a fare la tintura in casa, mia madre me l'ha espressamente vietata!
    soprattutto perchè sono una grandissima casinista! :)

    RispondiElimina

❤❤❤I love comments!❤❤❤